Sistemi di Evacuazione Fumi E Calore

L’ingente quantità di fumo e calore che velocemente si genera durante un incendio può rendere difficile alle persone individuare e raggiungere le vie d’uscita: un’adeguata ventilazione per estrarre il fumo e il calore in un tempo rapido è essenziale.

I sistemi di evacuazione di fumi e calore rispondono a questa esigenza, indirizzando i fumi caldi lontano dalle vie d’uscita permettendone l’individuazione, il successivo sfollamento e l’accesso ai soccorritori in sicurezza.

Gli E.F.C. (evacuatori di fumo e calore) sono delle aperture sulla copertura degli ambienti che, opportunamente posizionate e ripartite, permettono l’evacuazione verso l’esterno delle masse di gas caldi che tendono a dirigersi verso l’alto.

L’evacuazione del calore contribuisce a ritardare o evitare un incendio generalizzato (flash over) e a ridurre eventuali danni causati dai gas di combustione o da eventuali sostanze tossiche e corrosive originate dall’incendio.

Per garantirne l’efficacia è fondamentale che vengano effettuati i controlli previsti dalle norme, che dettagliano tutte le attività e le cadenze manutentive, da parte di personale specializzato.

FARO è il partner giusto!

  • Competenza: conosciamo le norme vigenti e proponiamo la giusta soluzione
  • Affidabilità: testiamo tutti i prodotti che proponiamo
  • Cura dell’ambiente: sappiamo trattare i rifiuti e sviluppiamo un sistema di economa circolare e riuso
La Squadra FARO

  • I nostri tecnici seguono un percorso di formazione professionale continuo
  • Il nostro personale è diretto e senza subappalto
  • Conosciamo bene le realtà multisito in ambito industriale, logistico e retail
FARO è sempre presente

  • Reperibilità tecnica 7/7 – H24
  • Assistenza telefonica diretta da parte dei nostri operatori
  • Consulenze competenti in merito a tutti gli aggiornamenti normativi

Fasi e periodicità della manutenzione

Fase Periodicità Circostanza
Controllo iniziale - Presa in carico
(azienda competente)
Occasionale Prima della consegna di un nuovo sistema o di un sistema modificato o nella presa in carico della manutenzione di un sistema
Sorveglianza
(interna)
Continua Secondo il piano di manutenzione programmata dal responsabile del sistema
Manutenzione periodica
(azienda competente)
Semestrale Secondo il piano di manutenzione programmata
Manutenzione straordinaria
(azienda competente)
Occasionale SSecondo esigenza di riparazioni di particolare importanza

Documentazione da acquisire prima dell'inizio delle attività manutentive

  • Manuale d’uso e manutenzione;
  • Manuale d’installazione.

Controllo iniziale

A cura del Tecnico Manutentore

Controllo Preliminare
  • Accertamento della rispondenza del sistema al progetto esecutivo Posa in opera in conformità alla norma;
  • Controllo visivo dell’impianto.
Controllo Funzionale
  • Verifica della rispondenza delle logiche del sistema a quanto previsto dal progetto e documenti di funzionamento così come Manuale d’uso e manutenzione;
  • In presenza di altri impianti interconnessi (protezione attiva o passiva o impianti tecnologici) verifica che le logiche del sistema siano congruenti a quanto previsto dal progetto.

Controllo Periodico Semestrale

A cura del Tecnico Manutentore

Cosa?
  • Verificare la presenza dei documenti riguardante il controllo iniziale;
  • Verificare che non siano avvenuti interventi o cambiamenti strutturali nell’ambiente protetto.
Come?
  • Controllo Evacuatore ;
  • Controllo Cartuccia CO2;
  • Controllo Valvola Termica (sostituzione ogni 24 mesi);
  • Controllo Molle e spillo di armamento (sostituzione ogni 24 mesi);
  • Controllo Carica pirotecnica.
Go To top